Burro di Karitè

Burro di Karitè

Appartiene alla famiglia delle Saponacee, raggiunge i 15 metri di altezza, ha fiori profumati e frutti carnosi che racchiudono il prezioso burro. Le popolazioni indigene da secoli ne raccolgono i frutti tra marzo ed aprile e, secondo il metodo tradizionale, ne macinano nei mortai le bacche seccate al sole. Si ottiene così un burro ricco, di colore giallo, di odore gradevole e di sapore quasi dolce. Si presenta come un grasso consistente, ricco di acido linoleico, e di sostanze nutrienti (frazione insaponificabile), stimolanti della circolazione e dell’attività cutanea. Per la pelle costituisce un eccellente tonificante, rassodante e nutriente, è adatto, di conseguenza, per pelli anelastiche, secche, atoniche e per la prevenzione delle rughe. E’ utilizzato come filtrante solare, grazie alla sua frazione insaponificabile, e quindi, per prevenire gli eritemi. Come protettivo difende la cute da agenti esterni quali sole, smog, sbalzi di temperatura, vento, impedendone la disidratazione e la perdita del film idro-lipidico.